INTESA SANPAOLO-ISYBANK. Azione inibitoria collettiva. Pratiche commerciali scorrette. Clausole vessatorie

L’Associazione Movimento Consumatori (MC) ha avviato innanzi al Tribunale di Torino un’azione collettiva inibitoria ai sensi degli artt. 140 ter e ss. del Codice del Consumo contro Intesa Sanpaolo S.p.A. e Isybank S.p.A.

Nell’ambito dell'operazione societaria con la quale è stato trasferito ramo d’azienda da Intesa Sanpaolo a Isybank, l’Associazione contesta alle due società di aver posto in essere una pratica commerciale scorretta, mediante un’illegittima modifica unilaterale delle clausole dei contratti di conto corrente già stipulati con consumatori da Intesa Sanpaolo e trasferiti o in fase di trasferimento a Isybank.  

MC contesta inoltre a Isybank l’inserimento e l'applicazione, nei propri contratti di conto corrente e relativi alla carta di debito con i consumatori, di clausole vessatorie e illegittime che prevedono decadenze per la contestazione degli estratti conto e in caso di smarrimento, sottrazione, appropriazione indebita o utilizzo non autorizzato della carta di debito. L’Associazione chiede venga dichiarata la nullità di tali clausole.   

MC ha depositato il ricorso ex art. 281-sexiesdecies c.p.c. dinnanzi al tribunale di Torino in data 19 dicembre 2023, notificato alle società, ed è fissata udienza per il giorno 22/03/2024.

 


Stampa